Avvisare di contenuto non adeguato

Cognac, una vita intorno al brandy

{
}

 TAGS:Il cognac ha sempre vissuto all'ombra del brandy: per alcuni sono due cose ben diverse mentre altri insistono sul fatto che siano praticamente la stessa cosa. Cominciamo col dire che il cognac potrebbe definirsi come un tipo di brandy, il cui nome gli è stato dato in onore della cittadina francese di Cognac. Viene elaborato attraverso la distillazione del vino di uve bianche, estratte in alcune località di Cognac o di altre città con la stessa Denominazione d'Origine. La qualità di questa bevanda dipende fortemente dalla qualità del terreno in cui vengono coltivate le viti per la sua elaborazione.

"Cognac è una delle tre città con la denominazione europea per poter produrre il brandy; le altre 2 sono Armagnac (Francia) e Jerez de la Frontera (Spagna)".

Preparazione del Cognac

Il Cognac si ottiene dalla doppia distillazione dei vini bianchi prodotti nelle regioni che comprendono la Denominazione di Origine di Cognac. I vini utilizzati nella sua produzione di solito non sono molto dolci, bensí po' acidi.

Si comincia con un distillato in alambicchi di rame di tipo "pot still" (tipo inglese), e da qui si ottiene quindi un'acquavite incolore che arriva a raggiungere i 70 gradi di alcol. Viene poi affinato in botti di rovere, in cui rimane per almeno due anni. Un altro dettaglio del cognac è che il suo processo di elaborazione richiede di solito un anno di lavoro, da quando si prende il vino lo si distilla e lo si elabora; ciò significa che un cognac deve avere almeno 3 anni di vita, prima di essere un cognac propriamente detto.

Va osservato che durante l'invecchiamento, la percentuale di alcol diminuisce; per questo motivo al completamento del processo di solito si aumenta il tasso alcolico, talvolta fino al 40%. Alcuni produttori aggiungono anche del caramello per dargli più colore, ma senza variarne il sapore.

Tipi di Cognac

Molte volte questa bevanda è il risultato della miscela di due cognac: è per questo che molte volte il cognac continua ad invecchiare direttamente nella bottiglia. Un cognac la cui etichetta dice che è di 10 anni può quindi comprendere uno o più anni ancora. Le denominazioni ufficiali del cognac, si basano sul periodo d'invecchiamento, e sono:

Il Cognac VS (Very Special) o anche conosciuto come Cognac 3 stelle: questo cognac è realizzato con un'acquavite invecchiata in botti di rovere per un periodo non inferiore ai 2 anni.
Il Cognac VSOP (very superior old pale) o anche conosciuto come Réserve: questo cognac è realizzato con un'acquavite invecchiata in botti di rovere per un periodo non inferiore ai quattro anni.
Il Cognac Napoléon, anche conosciuto come XO u Hors d'âge: questo cognac è realizzato con un'acquavite invecchiata in botti di rovere per un periodo non inferiore ai sei anni.

Si tratta di uno dei distillati con più tradizionale e, anche se negli ultimi anni sembra essere passato di moda, può contare ancora su dei seguaci estremamente fedeli. Vuoi essere anche tu uno di loro? Allora ti suggeriamo:

 TAGS:Hennessy Very SpecialHennessy Very Special

Hennessy Very Special: I Cognac VS (o Very Special) sono i più economici, ma non per questo scadenti. Quindi, se questa è la tua prima incursione nel mondo del Cognac, scegli questo Hennessy, uno dei migliori.

 

 

 TAGS:Camus NapoleonCamus Napoleon

Camus Napoleon: Invece il Cognac Napoléon è il più invecchiato, ed è quello che presenta più complessità. Questo di Camus vi lascerà senza parole, ad un prezzo più che ragionevole.

 


{
}

Commenti Cognac, una vita intorno al brandy

Sono titolare di una enoteca e vorrei sapere il prezzo del Black, perché un mio cliente mi ha fatto questa richiesta che vorrei soddisfare.
Grazie
Paolo Pappalardo Paolo Pappalardo 05/04/2015 a 10:17

Lascia il tuo commento Cognac, una vita intorno al brandy

Identificati su OboLog, o crea il tuo blog gratis se ancora non sei registrato."

User avatar Your name