Avvisare di contenuto non adeguato

Come aprire una bottiglia di spumante

{
}

 TAGS:Niente di più facile che aprire una bottiglia di spumante? Beh, ci sono delle volte che risulta davvero complicato. In ogni modo, come per tutte le cose, c'è una maniera standardizzata per aprire le bottiglie di Champagne. Dimenticate tappi volanti e bagni di schiuma; sono cose da Formula 1. Se volete degustare una bella bottiglia di spumante, la forma più corretta per farlo è la seguente:

Lo spumante è imprevedibile quindi, nel caso in cui la cosa non dovesse riuscire bene, non lo puntate mai verso vetri o vasi (anche se sono quelli che vi sono stati regalati e di cui non sentireste affatto la mancanza). I vini spumanti sono conservati sotto pressione per cui gli incidenti possono essere frequenti. Prendete sempre le giuste precauzioni.

Prima di tutto, bisogna rimuovere il muselet dello spumante, ossia la gabbietta di fil di ferro che mantiene il tappo della bottiglia. Per farlo si deve afferrare con una mano la zona del tappo e con l'altra rimuovere il sigillo e il fil di ferro. Nel farlo, asciuga la bottiglia e rimuovi il muselet, appoggiando la bottiglia sul tavolo. Ciò impesce di creare vibrazioni che fanno smuovere il liquido e, conseguentemente, fuoriuscire la schiuma.

Le bottiglie fredde si aprono più facilmente di quelle calde o tiepide e, ovviamente, sono di gran lunga migliori. Quindi assicurati che la bottiglia di Champagne o spumante sia alla giusta temperatura, cioè tra i 6 ed i 9 gradi. Per raffreddarla, più che nel frigorifero, è consigliabile metterla in un seau à glace con acqua e ghiaccio; sempre cercando di muoverla il meno possibile.

Un buon metodo per rimuovere il tappo è quello di inclinare leggermente la bottiglia e girarla lentamente mentre si estrae il tappo, e non viceversa. Se giri il tappo, infatti, potresti causarne la rottura, oltre al fatto che dovrai fare molta più forza per fare leva con la bottiglia.

Una volta che il tappo inizia ad uscire, mentre lo tieni con una mano, aiutati col pollice dell'altra mano per fare forza e finalmente stapparlo.

Il massimo dell'eleganza e dello stile è evitare di fare troppo rumore nell'aprire la bottiglia. Per riuscirci è necessario trattenere il tappo il più a lungo possibile affinché si stappi più lentamente. Quando le bottiglie vengono aperte correttamente, emettono solo un leggero rumore, si dice che hanno rilasciato "un sospiro di piacere." Ma il rumore, anche se leggero, deve esserci eccome, perché ci assicura che lo spumante non è "sfiatato" o difettoso; la mancanza di rumore significa infatti che l'anidride carbonica all'interno della bottiglia si è ormai dissipata.

Servi immediatamente lo spumante. Un buon trucco che mantiene lo champagne più fresco e con la schiuma più persistente è quello di raffreddare i calici qualche istante prima, con del ghiaccio o in un congelatore.

E' arrivato il momento di passare alla pratica. Ne hai voglia? Ti consigliamo un paio di bottiglie di spumante tutte da aprire e gustare:

Privat Mirgin Brut Nature 2006: un cava prevalentemente Chardonnay, con piccole aggiunte di altre uve per esprimere al meglio il carattere di ogni annata. Uno spumante gustoso, complesso e geniale.
Taittinger Brut Réserve: uno Champagne classico, meno conosciuto rispetto a Moët & Chandon e Veuve Clicquot, ma ugualmente morbido ed elegante.

{
}

Lascia il tuo commento Come aprire una bottiglia di spumante

Identificati su OboLog, o crea il tuo blog gratis se ancora non sei registrato."

User avatar Your name