Avvisare di contenuto non adeguato

Le principali differenze tra Scotch e Bourbon

 TAGS:undefinedQuando si parla di whisky, quasi tutti pensano al distillato di cereali, il cui nome attuale deriva dal gaelico e significa letteralmente "acqua della vita". Tuttavia, per chi non lo sapesse, in questo mondo emozionante a volte ci sono problemi a distinguere tra le diverse varietà, per ragioni diverse, geografiche o di processo, che ora possiamo trovare sul mercato.

Nel caso del cosiddetto Scotch o whisky scozzese, il concetto è semplice: in Scozia il prodotto è a base d'orzo maltato e soprattutto seguendo gli standard dell'Ordine di scotch, in cui si afferma, tra l'altro, che il distillato va fatto invecchiare in botti di rovere con una capacità inferiore a 700 litri e per almeno tre anni e senza l'aggiunta di altre sostanze diverse da acqua o caramello come colorante. Inoltre, l'imbottigliamento non può avere un volume di alcol inferiore al 40 per cento.

Fin qui tutto chiaro, ma si scopre che, in aggiunta, le botti in cui lo Scotch è invecchiato devono essere stati precedentemente utilizzate per contenere Bourbon. Cosa è allora il bourbon? La sua produzione, in effetti, è regolata addirittura dalla legge, in questo caso quella degli USA.

Poi, secondo le norme federali del Bourbon, per denominare così una bevanda alcolica, il suo mosto, che è il nome dato alla miscela di grani in base al quale il prodotto viene distillato, deve contenere almeno il 51% di mais. Il resto può essere generalmente compostoda malto, orzo, segale o grano, ma il tutto va distillato negli Stati Uniti e non deve includere additivi.

Il suo invecchiamento deve essere in botti di rovere bianco generalmente proveniente dallo stato americano del Kentucky, ma questa non è una condizione necessaria, perché per lungo tempo è stato prodotto del Bourbon altrove. Ed è stata propria la contea di Bourbon a dare il nome al distillato, che differisce da altri distillati americani per l'uso di mais come ingrediente principale, mentre gli altri sono realizzati con segale tipo il whisky. Anche il filtraggio, nel caso del whisky del Tennessee, è fatto con carbone di zucchero d'acero, che gli conferisce un sapore diverso da quello del bourbon pur condividendo la maggior parte dello stesso processo di distillazione.

 TAGS:Blanton's Gold EditionBlanton's Gold Edition

Blanton's Gold Edition

 

 

 TAGS:The Yamazaki 12 YearsThe Yamazaki 12 Years

The Yamazaki 12 Years

Lascia il tuo commento Le principali differenze tra Scotch e Bourbon

Identificati su OboLog, o crea il tuo blog gratis se ancora non sei registrato."

User avatar Your name