Avvisare di contenuto non adeguato

Per quanti giorni posso tenere aperto il vino?

{
}

 TAGS:Sebbene sia stato ormai accertato che il vino apporti determinati benefici al nostro organismo, sia per quanto riguarda la salute cardiovascolare, sia nel prevenire l'invecchiamento in generale, è pur vero che il troppo storpia per cui non si deve assolutamente abusare di questa bevanda alcolica. Può succedere quindi di aprire una bottiglia di vino e, pur condividendola con il nostro partner, con amici o familiari, magari non riuscire a finirla tutta.

Di solito la si conserva in frigo e la si può continuare a bere per diversi giorni, sempre tenendo presente però che con il corso del tempo il gusto del vino cambierà ed andrà man mano degradandosi fino a diventare imbevibile. Le domande che quindi sorgono spontanee sono le seguenti: bere questo vino potrebbe essere dannoso per la nostra salute? E come fare a capire quando è arrivato il momento di buttarlo via?

Per quanto riguarda la prima domanda, sembra chiaro che la risposta è no. La causa della degradazione nel gusto del vino una volta aperto è l'ossidazione. Quando si apre una bottiglia, il suo contenuto, che fino ad allora era stato isolato dall'ambiente esterno attraverso la bottiglia stessa e grazie al tappo di sughero (o di qualsiasi altro materiale), entra in contatto con l'ossigeno presente nell'aria e inizia immediatamente a cambiare. Questo è il motivo per cui proviamo il vino quando lo apriamo: perché può capitare che una cattiva chiusura accidentale della bottiglia possa aver compromesso il prodotto stesso.

La seconda risposta è relativa: dipende più che altro dal nostro gusto personale. Sicuramente, se non sono passati più di due o tre giorni, il vino sarà ancora di nostro gradimento. Più i giorni passano e più il cambiamento del suo sapore sarà evidente (in negativo, naturalmente). La presenza dei tannini nel vino evita in qualche modo l'ossidazione naturale, per cui più tannini ci sono, più a lungo si potrà conservare. E' per questa ragione che il vino rosso, che presenta molti tannini, riesce a durare di più rispetto a un vino bianco, più incline a una rapida ossidazione e, di conseguenza, a diventare più sgradevole in poco tempo.

Che vino preferite? Oggi ve ne consigliamo due che sicuramente non dureranno molto sulle vostre tavole:

 TAGS:Tenuta Sant'Antonio Scaia Bianca 2012Tenuta Sant'Antonio Scaia Bianca 2012

Tenuta Sant'Antonio Scaia Bianca 2012

 

 

 TAGS:Guicciardini Strozzi Chianti Titolato Colli Senesi 2011Guicciardini Strozzi Chianti Titolato Colli Senesi 2011

Guicciardini Strozzi Chianti Titolato Colli Senesi 2011

{
}

Lascia il tuo commento Per quanti giorni posso tenere aperto il vino?

Identificati su OboLog, o crea il tuo blog gratis se ancora non sei registrato."

User avatar Your name