Avvisare di contenuto non adeguato

Sauvignon Blanc, un raffinato vitigno bianco

{
}

 TAGS:Dopo lo Chardonnay, possiamo dire che il Sauvignon Blanc è il vitigno di origine francese più importante. Può essere trovato a Bordeaux nella Valle della Loira, ma oggi si ritrova anche in Argentina, Uruguay, Cile, Colombia, Australia e in Nuova Zelanda dove, tra l'altro, si è sviluppata una delle sue migliori varietà.

Per gli intenditori, il Sauvignon Blanc si divide in due classi: quello del vecchio mondo e quello del nuovo mondo. Questa semplice distinzione si riferisce al fatto che le uve del vecchio mondo appartengono alla zona di origine (Bordeaux - Francia) mentre quelle del nuovo mondo vengono raccolte al di fuori della Francia, ossia in Sud America e in Oceania.

Ma non sono solo le differenze geografiche che dividono questi due tipi di Sauvignon Blanc: anche le caratteristiche del terreno e il clima, infatti, rappresentano dei fattori fondamentali nella formazione di ulteriori sottoclassi all'interno di questo celebre vitigno.

Tipi di Sauvignon Blanc

Quando il sauvignon trascorre un determinato periodo all'interno delle botti di rovere, viene soprannominato "Fumé Blanc", anche se ciò, in realtà, avviene con molta meno frequenza rispetto allo chardonnay, che invece passa spesso per il legno.

Un'altra variante molto conosciuta è la sauvignon vert (sauvignonasse), molto comune soprattutto in Cile. E la differenza maggiore si riscontra nella pianta stessa, fondamentalmente per la pelosità delle sue foglie.

Tra gli altri nomi che di solito vengono dati al sauvignon blanc, ritroviamo: Muskat Silvaner, Puinechou, Surin, Sauternes (da non confondere con il Semillon con cui sono realizzati i vini di Sauternes), Fié e Seyval (Brasile).

L'espressione "Sauvignon Blanc" etimologicamente deriva dalla parola latina "silva" (che significa bosco) ed è composta dalle parole francesi "sauvage" e "vignon" (che significano "selvatico" e "vigneto", rispettivamente). Anche se in Francia è anche spesso chiamato "Pierre a Fusil", richiamando l'odore che produce l'acciarino nel generare la scintilla.

Un altro dettaglio che potrebbe definirsi addirittura "curioso", si riferisce al suo aroma chiamato "pipi de chat" (pipì di gatto). Ciò è dovuto all'aroma che è molto simile, appunto, all'urina del gatto, una caratteristica di questo tipo di uva che, in altre varietà, sarebbe considerata un difetto.

L'abbinamento perfetto

Ogni volta che si parla di un tipo di vino, viene automatico pensare a cosa si potrebbe abbinare. Il Sauvignon Blanc è un ottimo aperitivo, grazie alla sua leggerezza e alla sua freschezza. Può essere abbinato a piatti freschi e acidi; il pesce è uno dei suoi migliori alleati in tavola. Per i palati particolarmente raffinati, consigliamo di provarlo con un buon formaggio di capra. Sconsigliamo invece di abbinarlo a intingoli o piatti particolarmente conditi o piccanti, perchè si finirebbe solo per eclissare il sapore del vino.

{
}

Commenti Sauvignon Blanc, un raffinato vitigno bianco

Ciao,
Interessante la tua descrizione del vitigno pero' da come hai scritto, sembra che Bordeaux si trovi nella valle della Loira. Forse intendi dire che il vitigno si trova a Bordeaux (che é il luogo di nascita del vitigno) ma anche nella valle della Loira...
daniele daniele 09/08/2013 a 16:48

Lascia il tuo commento Sauvignon Blanc, un raffinato vitigno bianco

Identificati su OboLog, o crea il tuo blog gratis se ancora non sei registrato."

User avatar Your name